separatore

Home Quality Policy

L’assunto di partenza è quello di costruire un vantaggio competitivo sulla concorrenza in base a un approccio globale e coerente alla qualità. Pertanto, la strategia aziendale è improntata sul Total Quality Management con l’obiettivo di soddisfare tutti gli interlocutori aziendali (clienti, fornitori e parti sociali, maestranze, management, ecc). L'output aziendale non è visto semplicemente come il servizio da erogare: il Gruppo si propone di erogare qualità, e la qualità la definisce di volta in volta in base a ciò che vuole e che si aspetta il cliente.

Secondo questo approccio operativo, il Gruppo ha implementato un sistema di gestione aziendale conforme alle prescrizione della norma UNI EN ISO 9001:2008.

I valori guida sono l’aumento di responsabilità dei collaboratori, il miglioramento continuo del processo con metodi rigorosi di controllo statistico, la ridefinizione del ruolo della supervisione e la possibilità di indicare al management i problemi da eliminare, il work team nell’interesse dell’azienda, eliminando la concorrenza interna.

L’azienda è dotata del Certificato HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) metodo di autocontrollo igienico finalizzato a tutelare la salute del consumatore.

HACCP, ossia, in italiano: "analisi dei rischi - punti critici di controllo" e quindi più semplicemente: "PREVENZIONE".

Il metodo parte dalla ricerca di tutti i pericoli che potrebbero insorgere sia durante le fasi produttive di un alimento, sia durante tutte le altre fasi successive come lo stoccaggio, il trasporto, la conservazione fino alla vendita al consumatore finale. In pratica ognuna di queste fasi deve essere sottoposta ad una attenta analisi, in modo da individuarne i punti più a rischio (critici) per l'igiene del prodotto così da poter adottare dei sistemi di prevenzione adeguati.

Il monitoraggio e la registrazione di tutti i fattori che possono concorrere al "rischio" permettono di individuare i comportamenti ottimali al fine di una valida prevenzione.

Nel manuale vengono individuati quelli che sono i punti critici per ogni filiera ed in esso vengono annotati tutti i controlli che, per legge, devono essere sistematicamente effettuati, in modo da poter risalire alle cause che possono aver determinato un qualsiasi problema).